NewsTesto
  
  
  
  
  
  
Si tratta di un’operazione innovativa in base agli ultimi aggiornamenti della L. 130/99, che permette la cessione dei crediti non performing leasing insieme agli immobili collegati.

Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia (Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea) ha perfezionato un'operazione di cessione di un portafoglio di crediti e contratti leasing immobiliare su posizioni non performing classificate "a sofferenza".

La cessione, del valore di circa 40 milioni di euro, riguarda crediti, contratti e beni immobili e vede come investitore un primario soggetto finanziario nazionale.

Si tratta di uno schema di cessione innovativo che utilizza le possibilità concesse dalle modifiche legislative alla Legge 130/99, intervenute con Legge 96/17, che aprono nuovi ed interessanti scenari per la riduzione dei portafogli NPL di banche e intermediari finanziari attraverso la cessione in blocco di crediti e beni immobili rivenienti da contratti leasing risolti. In dettaglio, la normativa permette alle società veicolo di acquistare i crediti non performing insieme agli immobili (o altri beni strumentali) collegati a quei crediti, con l'annesso vantaggio (per chi origina l'operazione) di poter eseguire la cessione in un'unica operazione complessiva, ottenendo maggiori possibilità di recupero in termini di tempo e di valore finale.

Il closing dell'operazione giunge al termine di un intenso lavoro preliminare, per via delle sue caratteristiche innovative, che ha visto coinvolti, oltre a Banca Mediocredito FVG, anche Finint Securitization Group come arranger e lo studio RCC nel ruolo di advisor legale, insieme alla struttura legal interna di Iccrea BancaImpresa.

Per Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia, entrata dal luglio scorso nel perimetro del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, l'operazione odierna rappresenta un ulteriore importante passaggio nella riduzione della dimensione dei propri crediti deteriorati.

"È una delle prime cartolarizzazioni di questo tipo che si realizza in Italia dall'entrata in vigore delle modifiche alla legge – ha commentato Enrico Duranti, Amministratore Delegato di Banca Mediocredito Friuli Venezia Giulia e Direttore Generale di Iccrea BancaImpresa – e siamo molto soddisfatti del buon esito dell'operazione che ha visto la Banca proseguire nel suo percorso importante destinato a liberare nuove risorse a beneficio dello sviluppo delle PMI residenti in Friuli Venezia Giulia".

Scarica il comunicato

 

Si15/03/2019Comunicato Stampa
  
Iccrea Banca – la Capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea – sceglie le soluzioni Microsoft a supporto della propria trasformazione  da banca di secondo livello a Capogruppo delle Banche di Credito Cooperativo aderenti.

​“Miglioramento Continuo e Innovazione” di Iccrea Banca riconosciuto da Microsoft come centro di eccellenza nell’utilizzo di Microsoft Power BI e Microsoft Teams per aiutare a costruire processi decisionali più ragionati, in funzione di un mercato – quello delle Banche di Credito Cooperativo italiane - in forte cambiamento.

Roma, 11 marzo 2019Iccrea Banca annuncia una nuova collaborazione con Microsoft e sceglie la piattaforma di produttività Microsoft Office 365, la soluzione di business intelligence Microsoft Power BI e l’hub per la collaborazione online Microsoft Teams come strumenti chiave per migliorare la produttività individuale e la collaborazione, nonché per prendere decisioni di business più ragionate.

“La scelta dell’unità organizzativa ‘Miglioramento Continuo e Innovazione’ di Iccrea Banca” - dichiara Alessandro Petrillo (Responsabile della struttura) – “si inserisce in un piano strategico per efficientare i processi interni e guidare al meglio la trasformazione del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea diffondendo la cultura della data driven decisions.

Dopo più di 55 anni di storia, infatti, Iccrea Banca ha modificato la propria vocazione, diventando la capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, il quarto gruppo bancario nazionale per attivi, con 152,8 miliardi di euro, e il terzo per numero di sportelli, con circa 2.650 filiali presenti in oltre 1.700 comuni.

Per prepararsi alla trasformazione in atto e supportare le decisioni di business attraverso dati quantitativi, l’unità organizzativa “Miglioramento Continuo e Innovazione” di Iccrea Banca ha scelto di avvalersi di Microsoft Power BI per sintetizzare e rappresentare in modo semplice e intuitivo l’enorme mole di informazioni provenienti dalle singole banche, ottenendo insight utili per indirizzare le scelte cruciali per l’intero Gruppo.

Tra le prime a beneficiare del servizio di analisi di Microsoft, la divisione HR ha fatto leva sulla soluzione per lo sviluppo della “HR Scorecard”: una dashboard di monitoraggio per migliorare la gestione del capitale umano e delle strutture, in un’ottica di ottimizzazione delle risorse. Microsoft Power BI ha inoltre svolto un ruolo cruciale nello sviluppo del “Cruscotto Monetica”, che consente alla rete commerciale di Iccrea Banca di guidare i Direttori Generali delle BCC nell’analisi della redditività dei prodotti grazie a graficizzazioni intuitive dei dati e nella definizione delle strategie di crescita. Infine, i sistemi previsionali sviluppati grazie alla soluzione di business intelligence Microsoft, integrati con sistemi di project management già presenti in azienda, si sono rivelati un utile strumento nelle mani del Project Management per la gestione di importanti e complessi progetti mandatory quali il GDPR e la Product Oversight Governance (POG), consentendo di avere il pieno controllo di tutte le tappe progettuali, con effetti positivi sulla gestione delle attività nel rispetto del programma predefinito.

Con l’obiettivo di ottimizzare i processi, abilitare nuove modalità di collaborazione e favorire la diffusione dello smartworking, la struttura di Organizzazione e Progetti del Gruppo ha inoltre iniziato a utilizzare Microsoft Teams, apprezzandone fin da subito la possibilità di scambiare documenti e trasferire informazioni in un’ottica di single point of contact, anche in mobilità, e la capacità della soluzione di integrare diverse applicazioni – da Microsoft SharePoint, Power BI e OneNote a soluzioni di terze parti come Smartsheet – creando un sistema di comunicazione integrato.

“Siamo entusiasti di aver adottato le soluzioni Microsoft per migliorare l’analisi dei dati e la condivisione delle informazioni, abilitando un nuovo processo decisionale che valorizza l’individuo come entità il cui valore aggiunto è ‘il pensiero’ e la capacità di prendere decisioni, con un naturale spostamento dell’effort delle persone dalla gestione del dato all’utilizzo della conoscenza condivisa”, ha dichiarato Cristiano Pietrosanti (Responsabile Organizzazione e Progetti). “Intendiamo fare in modo – continua Marco Distefano (Miglioramento Continuo e Innovazione) -  che Microsoft Power BI diventi nei prossimi anni uno strumento di lavoro quotidiano. Oggi è ‘normale’ aprire Outlook e le varie soluzioni di produttività individuale. Domani sarà ugualmente normale, per ogni manager, accedere a Power BI ogni mattina e avere subito a disposizione i dati necessari per il proprio lavoro, monitorando le eventuali problematiche e i KPI. Per il futuro, inoltre, prevediamo di utilizzare la soluzione per sviluppare sistemi di predictive analytics, naturale evoluzione dei sistemi di BI, integrando i dati aziendali con informazioni esterne all’organizzazione per rendere le decisioni coerenti anche con le evoluzioni del mercato”.

“Le soluzioni Microsoft adottate da Iccrea Banca risultano pienamente funzionali al perseguimento degli obiettivi strategici di change management - commenta Alessandro Bonanni (Responsabile Sviluppo e Change Management). Permettono, infatti, di mettere a disposizione in modo affidabile e dinamico il patrimonio informativo della Capogruppo a tutte le BCC che hanno aderito al progetto, garantendo valore aggiunto e contribuendo a rafforzare il convincimento sulla bontà della scelta effettuata”.

“Il nuovo Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, insieme alle 142 BCC presenti sul territorio nazionale, serve 4,2 milioni di clienti, rispondendo alle esigenze di aziende e privati con un sistema integrato di prodotti e servizi. Siamo felici di supportare questo ampio processo di trasformazione grazie alle nuove tecnologie di business intelligence, produttività e collaborazione, che permettono di efficientare i processi interni e abilitare nuovi modelli decisionali, basati non più su grandi serie di dati ma su informazioni strutturate. Le nostre tecnologie consentiranno al Gruppo di prendere decisioni strategiche motivate dai dati per migliorare la gestione del business e l’offerta di soluzioni innovative per i clienti”, ha commentato Vincenzo Esposito, Direttore Divisione Enterprise Commercial di Microsoft Italia.

Scarica il comunicato stampa completo (pdf).

Si11/03/2019Comunicato Stampa
  
Il Consiglio di Amministrazione lo ha nominato oggi all’unanimità.

​Maino: “Consapevole della grande responsabilità e al contempo fortemente motivato nel proseguire il percorso che ha portato il Gruppo Iccrea a diventare una delle più importanti e originali realtà bancarie del Paese: un grande gruppo al servizio della vocazione localistica delle Banche di Credito Cooperativo”.

Il Consiglio di Amministrazione di Iccrea Banca, la capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, riunitosi oggi, ha nominato all’unanimità Giuseppe Maino come nuovo presidente dell’istituto.

Già Vice Presidente Vicario di Iccrea Banca, Maino subentra a Giulio Magagni.

“Ringrazio il Consiglio di Amministrazione per la fiducia che mi ha voluto dimostrare, in un momento storico per Iccrea e per tutto il Credito Cooperativo”, ha dichiarato Giuseppe Maino. “E’ un incarico che assumo con spirito di servizio – ha proseguito Maino – nella consapevolezza della grande responsabilità, e al contempo fortemente motivato nel proseguire il percorso che ha portato il Gruppo Iccrea a diventare una delle più importanti e originali realtà bancarie del Paese: un grande gruppo al servizio della vocazione localistica delle Banche di Credito Cooperativo”.

Giuseppe Maino, 66 anni di Carugate (Milano), è ingegnere e imprenditore nel mercato della progettazione meccanica, e dal 1° luglio 2017 è Presidente del CdA della Banca di Credito Cooperativo di Milano, la più grande BCC della Lombardia (nata dalla fusione di BCC Carugate e Inzago, BCC Sesto San Giovanni e Credicoop Cernusco sul Naviglio).

Nel Credito Cooperativo dal 1981 presso la Cassa Rurale ed Artigiana di Carugate, Maino ha ricoperto diversi incarichi fino ad arrivare alla Presidenza della BCC nel 2002. Dal 2004, inoltre, Maino ha ricoperto diversi incarichi in Società ed Enti del Credito Cooperativo.


Scarica il comunicato stampa completo (pdf).

Si07/03/2019Comunicato Stampa
Tutte le news