NewsTesto
  
  
  
  
  
  
Il riscaldamento del pianeta al centro dei dibattiti.

L'edizione numero trentadue di FestAmbiente, il festival nazionale di Legambiente, si è conclusa con un successo di pubblico e di critica.

La kermesse green, dedicata in particolare ai cambiamenti climatici, ha visto succedersi sul palco artisti di fama internazionale impegnati nella battaglia per salvare il clima ed il pianeta.

Molte - e di vario genere - sono state le iniziative per coinvolgere e sensibilizzare i numerosi visitatori della manifestazione verso le tematiche ambientali.

Anche la finanza può (e deve) giocare un ruolo importante per la salvaguardia dell'ambiente. Su questo tema ha ruotato il dibattito "Attività economiche e innovazione per fermare la febbre del pianeta" che ha visto tra gli oratori anche esponenti del Credito Cooperativo: Francesco Carri, Presidente del Comitato Esecutivo del GBCI; Fabio Becherini Direttore Generale di Banca Tema e Andrea Benassi del GBCI.

Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea era presente a FestAmbiente anche con uno stand dedicato a "Coopera. Diamo credito ai buoni valori", il brand che identifica le iniziative rivolte al Terzo settore, per maggiori informazioni consulta il sito www.coopera.gruppoiccrea.it  

Si20/08/2019News
  
La manifestazione prenderà il via il 14 agosto

​Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, quest'anno sarà presente con una nuova veste: Coopera il nuovo brand che identifica le iniziative del Gruppo e delle BCC aderenti verso il Terzo settore.

Considerata la storica e consolidata relazione che c'è tra Legambiente ed il Credito Cooperativo Festambiente è sembrata la location migliore per iniziare a parlare di banche e terzo settore.

Festambiente, la storica manifestazione nazionale di Legambiente che ogni anno si svolge nel mese di agosto in Maremma, sta per iniziare.

Dal 14 al 18 agosto, in località Rispescia, a pochi chilometri da Grosseto, avrà infatti luogo l'edizione 2019 dell'ecofestival e quest'anno, per la prima volta in trentuno anni, il palco sarà interamente dedicato alle tematiche ambientali.

Il 14 agosto sarà la volta del "Concerto per il clima", uno spettacolo unico in cui  Daniele Silvestri salirà sul palco per una serata in cui tutto parlerà di futuro e di come salvare il nostro Pianeta.

L'obiettivo è chiaro: sensibilizzare i partecipanti il più possibile, anche attraverso la musica, a sentirsi protagonisti delle azioni da mettere in campo per salvare il Pianeta. Sul palco di Festambiente 2019 saranno presenti installazioni videografiche a tema e il festival, oltre ad essere efficiente dal punto di vista energetico attraverso l'utilizzo di fonti rinnovabili, sarà ancora una volta interamente plastic-free, lanciando un chiaro segnale rispetto alla grave problematica della plastica che sta drammaticamente invadendo il nostro Pianeta.

Rispescia, dunque, diventerà tra qualche giorno la Capitale della lotta ai cambiamenti climatici e l'auspicio di Legambiente è che siano molti i festival a intraprendere questo percorso di sensibilizzazione nella piena e completa convinzione che la lotta ai cambiamenti climatici possa essere vinta solo insieme.

Si13/08/2019News
  
L’utile netto consolidato è di 182 milioni di euro.

​Iccrea Banca, la Capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea – iscritto all'Albo dei Gruppi Bancari dal 4 marzo scorso – ha approvato i risultati semestrali consolidati per l'invio delle segnalazioni di vigilanza alla Banca Centrale Europea.

Il risultato netto del Gruppo, conseguito nei primi sei mesi dell'esercizio, è risultato pari a 182 milioni di euro. La redditività realizzata tiene conto delle caratteristiche del Gruppo, che si ispirano ai principi di cooperazione e mutualità prevalente e che privilegiano il rapporto con i soci cooperatori delle singole Banche di Credito Cooperativo aderenti. Gli utili conseguiti dalle BCC, per il peculiare modello che le caratterizza, vengono infatti destinati all'autofinanziamento e allo sviluppo economico dei territori.

La raccolta diretta si è attestata a circa 105 miliardi di euro. Gli impieghi netti a clientela raggiungono gli 83 miliardi di euro, rappresentativi del sostegno creditizio concesso alle famiglie e PMI sui territori dove insistono le 140 BCC del Gruppo confermando, in tali ambiti, la rilevanza del Gruppo su scala nazionale e per l'economia italiana.

L'incidenza dei crediti dubbi netti sugli impieghi si è attestata al 7,3%, con all'interno un rapporto sofferenze nette/impieghi del 2,9%.

Il livello dei fondi propri del Gruppo ammonta a circa 11 miliardi di euro, con un livello di CET1 e di TCR rispettivamente del 15,4% e del 15,7%, indicatori di solidità patrimoniale tra i più alti in Italia.

"Siamo soddisfatti della bontà del percorso intrapreso con la costituzione del Gruppo – afferma Giuseppe Maino, Presidente di Iccrea Banca – e ci stiamo impegnando con numerosi e significativi progetti che puntano al rafforzamento delle BCC aderenti, salvaguardando il loro ruolo di attrici propulsive del territorio".

"I numeri di avvio del Gruppo sono confortanti – ribadisce Mauro Pastore, il nuovo Direttore Generale di Iccrea Banca – ma importanti sfide ci attendono per il futuro. Stiamo lavorando alla definizione di un piano industriale che punta alla ricerca di sinergie operative interne, nella prospettiva di una maggiore efficienza. Altrettanto importanti sono i progetti volti al rafforzamento competitivo sul mercato delle nostre BCC, sia sul lato dell'offerta dei prodotti e servizi che su lato del modello distributivo".

Scarica il comuncato stampa

 

Si09/08/2019Comunicato Stampa
Tutte le news