NewsTesto
  
  
  
  
  
  
Dal 2015 al 2020 il Gruppo Iccrea ha erogato oltre 72 milioni di euro con più di 3.000 operazioni in tutta Italia.  Per le iniziative delle PMI clienti (finanziabili fino a 40 mila euro), un tutor che le affiancherà nei piani di sviluppo.

Immagine News

​L’accordo sottoscritto tra l’Ente Nazionale per il Microcredito e Iccrea Banca, in questo momento di forte attenzione verso l’economia reale, sostiene la promozione di nuove iniziative d’impresa grazie allo strumento del microcredito imprenditoriale, e attraverso il ruolo delle BCC del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea sul territorio.

Il Gruppo Iccrea ha guadagnato nel tempo un posizionamento nazionale di rilievo verso le iniziative di microcredito. Dai dati del Fondo di Garanzia PMI (periodo dal maggio 2020, mese di nascita dell’apposita sezione microcredito del Fondo, a dicembre 2020), emerge infatti che il Gruppo Iccrea insieme alle sue BCC è il primo player in Italia per volumi e operazioni complessive. In dettaglio il Gruppo, nel periodo preso in esame, ha erogato 72 milioni di euro con oltre 3.000 operazioni in tutta Italia e, solo nel 2019, un’operazione su 4 è stata veicolata dal Gruppo. Nel difficile 2020, poi, nonostante l’emergenza pandemica e le numerose misure emergenziali poste in atto dal Governo, il Gruppo Iccrea ha mantenuto una quota di mercato del 20%.

Con l’intesa tra l’Ente Nazionale Microcredito e Iccrea Banca, destinata alle BCC del Gruppo Iccrea che firmeranno gli accordi diretti con l’Ente nell’ambito della convenzione-quadro, si consentirà alle PMI clienti delle Banche di usufruire della consulenza specialistica di tutor iscritti nell’elenco nazionale obbligatorio e convenzionati con l’Ente, che le affiancheranno nei piani per l’assistenza e il monitoraggio del loro sviluppo

L’accordo prevede in particolare la definizione di specifiche condizioni economiche per i servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio alle imprese con l’obiettivo di garantire e valorizzare una maggiore qualità e attenzione da parte dei tutor nelle loro attività di assistenza profilata alle esigenze delle PMI e secondo una filiera certificata.

In base alle nuove disposizioni in materia, la soglia massima di finanziamento per iniziative di microcredito è stata innalzata da 25 mila a 40 mila euro, con un ulteriore aumento dell’importo pari a 10 mila euro in caso di credito frazionato che consente ai soggetti beneficiari del microcredito di ottenere un finanziamento complessivo massimo di 50 mila euro.

“Il nostro compito – dichiara il presidente ENM, Mario Baccini – è quello di sostenere l’autoimprenditorialitá e la ripresa del tessuto economico e finanziario attraverso gli strumenti della microfinanza. Il nostro obiettivo è di ridurre quella fascia di esclusione finanziaria che potrebbe diventare un problema sociale per il Paese, sviluppando invece una potenzialità economica attraverso il sistema microfinanziario. Il ruolo di questo accordo con Iccrea e con le BCC è quello di sostenere questa attività attivandosi nei territori di riferimento per garantire la possibilità di credito per la microimpresa e offrire a molti un’opportunità per il futuro”.

“Per sua intrinseca vocazione – ha dichiarato il Presidente di Iccrea Banca, Giuseppe Maino – il Credito Cooperativo si rivolge alle comunità, al loro tessuto imprenditoriale, artigianale e agricolo. Si tratta per la maggior parte di realtà piccole, ma molto efficienti, ed è per questo che, come Gruppo, ricopriamo un ruolo di rilievo nel panorama del microcredito in Italia. Il Gruppo Iccrea è molto attento alle dinamiche dei suoi territori ed è sempre in prima linea per difendere le sue comunità e per promuovere soprattutto le imprese e microimprese che puntano sulla qualità e sulla sostenibilità, dando il loro fondamentale contributo alla crescita del Paese”.



Scarica il comunicato stampa completo


Si06/05/2021Comunicato Stampa
  
Il maggiore gruppo bancario cooperativo del Paese viene riconosciuto dal Sole24ore tra le realtà bancarie italiane più sostenibili. Una leadership che viene da lontano.

Immagine News


Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea emerge e si attesta tra le 18 realtà bancarie italiane leader della sostenibilità, così qualificate dall’ultima iniziativa firmata da Il Sole 24 Ore in collaborazione con la società di analisi Statista. Un elenco di eccellenze – in tutto 150 aziende italiane operanti in diversi settori -  selezionate attraverso una trentina di Key Performance Indicator (KPI tratti dalla DCNF) rivelatori di prestazioni interessanti in termini di sostenibilità e responsabilità sociale e ambientale. 

Un riconoscimento prestigioso, frutto della centralità che il maggiore Gruppo bancario cooperativo italiano ha assegnato alla sostenibilità, abbracciando e sostenendo l’identità e i valori storici delle 132 BCC aderenti.

In oltre 130 anni, le BCC del Gruppo Iccrea – banche native sostenibili -  si sono rese protagoniste nella “scelta di costruire il bene comune”, come espresso nell’articolo 2 del loro Statuto. Partendo dal coinvolgimento del singolo per arrivare alla comunità. Oggi, il Gruppo Iccrea ritiene che la sostenibilità sia un’opportunità straordinaria per riaffermare i principi e i valori della cooperazione di credito e continuare a perseguire la crescita responsabile dei territori in cui opera con le banche affiliate. 

Per supportare e promuovere, sempre di più, l’attenzione che le BCC aderenti dedicano al territorio, alle persone e all’economia locale, nel rispetto dell’ambiente, nel 2019 il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea si è dotato di un sistema di governance della sostenibilità, intesa come integrazione dei tre fattori ESG (Ambiente, Sociale e buona Governance) nell’operatività e nella strategia del Gruppo

L’obiettivo è dare risposte nuove con spirito nativo: lo spirito delle prime BCC del Gruppo Iccrea, nate alla fine del XIX secolo per assistere le categorie ai margini del sistema produttivo del Paese, integrato nella vision di Gruppo e al passo con i grandi cambiamenti in atto.

Nell’era della transizione ecologica la sostenibilità è diventata una scelta obbligata per tutte le imprese e le istituzioni finanziarie: non un approccio temporaneo, ma il principio che guiderà la crescita e lo sviluppo economico e sociale futuro. Essere il Gruppo delle BCC Iccrea è un valore unico, per storia e vocazione, e ci impegna nella realizzazione di obiettivi ancora più sfidanti.

Consulta la lista e approfondisci il dossier sul sito del Sole24Ore

Scopri tutto il nostro impegno e visita la nostra sezione sostenibilità.





Si03/05/2021News
  

​Nell’ambito dell’accordo di partnership tra Iccrea Banca e Cattolica Assicurazioni nasce Formula Bene Comune, la soluzione assicurativa della joint venture BCC Assicurazioni e pensata con BCC Servizi Assicurativi appositamente per fornire la massima protezione - in linea con gli obblighi di legge e con garanzie dedicate - agli Enti del Terzo Settore e alle persone impegnate nel volontariato che si adoperano per garantire uno sviluppo socioeconomico sostenibile ed inclusivo.

Per la Salute

Attraverso Formula Bene Comune la Compagnia offre coperture funzionali che tutelano le persone da situazioni spiacevoli legate a infortuni e malattia o nei casi di morte per infortunio, con garanzie che spaziano dall’invalidità permanente per infortunio, al ricovero per infortunio, diaria da immobilizzo, ricovero per malattia e spese di cura per infortunio.

Per il Patrimonio

Anche per quanto concerne lo svolgimento delle varie attività e degli eventi temporanei correlati (manifestazioni per raccolta fondi, concerti, feste, ecc.), Formula Bene Comune offre la giusta protezione per ipotesi di responsabilità civile verso terzi e verso prestatori di lavoro. Oltre alla responsabilità civile patrimoniale degli amministratori e alla tutela legale.

Inoltre, Formula Bene Comune è in grado di offrire anche un insieme di servizi dedicati al fine di rispondere prontamente nel momento del bisogno, garantendo prestazioni di assistenza operanti H24 per 365 giorni all’anno.

Per ulteriori informazioni clicca qui e accedi alla pagina di Formula Bene Comune.  



Si03/05/2021Comunicato Stampa
Tutte le news