NewsTesto
  
  
  
  
  
  
L’azienda che per prima, in Italia, aveva usato lo strumento di finanza innovativa, torna a farlo col supporto del Gruppo Iccrea.
Iccrea BancaImpresa era già stata coinvolta, nel 2013, nella prima operazione di mini-bond avvenuta in Italia, che aveva visto la CAAR SpA (azienda attiva nell'ingegneria di processo e di prodotto nei settori automotive, aerospazio e ferroviario) protagonista dell’emissione.

Oggi l’azienda piemontese si ripete, con un’emissione di mini-bond di un valore complessivo di 2 milioni di euro e, nuovamente, Iccrea BancaImpresa ha assistito CAAR per il successo dell’iniziativa.

In particolare, l’operazione prevede due emissioni contestuali, del valore complessivo di 2 milioni di euro, sulla piattaforma Extra Mot PRO di Borsa Italiana, con durata a 6 anni di cui 1 anno di preammortamento.

La banca corporate del Gruppo Iccrea, per questo nuovo round, è stata sia tra gli investitori (insieme ad altre 3 BCC e una popolare) sia tra gli arranger insieme alla società ADB.

Scendendo nei dettagli, la prima delle due emissioni ha un valore di 1,7 milioni di euro, con tasso 5,25%, ed è stata sottoscritta da Iccrea BancaImpresa, Banca d’Alba,  Banca Alpi Marittime Credito Cooperativo di Carrù e Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale, con garanzia del Fondo per le PMI gestito da Mediocredito Centrale. La seconda, invece, ha un valore di 300 mila euro, un tasso dello 4,75% ed è stata sottoscritta da Banca Valsabbina con garanzia FEI.


Si23/02/2018News
  
L’azienda nel 2017 ha completato la complessa migrazione verso un nuovo sistema informatico.

​Il Consiglio di Amministrazione di BCC CreditoConsumo, la società specializzata nel credito alle famiglie del Gruppo bancario Iccrea, ha approvato il bilancio del 2017. Spicca, tra i risultati comunicati dal CdA, l’utile netto pari a 10,7 milioni di euro  (+8,3%), il miglior risultato da quando l’azienda è stata costituita nel 2010.

I volumi dei finanziamenti alle famiglie, attraverso i prodotti del brand Crediper, toccano invece i 392 milioni di euro nell’arco dell’anno. A questi numeri si aggiunge il perfezionamento di un’operazione, conclusa a dicembre dell’anno passato, di cessione pro-soluto di crediti in sofferenza per un totale superiore agli 8 milioni di euro.

Ma i risultati di BCC CreditoConsumo hanno toccato anche altri fronti. Oltre alla crescita della relazione con il mercato attraverso campagne promozionali e spot televisivi e radiofonici, con la finalità di accompagnare sul territorio le Banche di Credito Cooperativo – banche generaliste per definizione – con l’integrazione di prodotti e competenze specialistiche per i finanziamenti alla famiglia, BCC CreditoConsumo ha affrontato un complesso percorso di migrazione informatica. Un progetto, quello della dotazione di un nuovo sistema informatico, che ha comportato un assetto organizzativo profondamente rivisitato con consistenti efficientamenti. È stata altrettanto rinnovata la struttura commerciale, modellata a seguito dei mutamenti di mercato.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati del 2017 – ha commentato Savino Bastari, Direttore Generale di BCC CreditoConsumo – che per noi ha rappresentato davvero un anno record in cui, oltre ai numeri di bilancio positivi, abbiamo anche valorizzato il ruolo delle risorse, facendo crescere l’organico del 26% rispetto al 2016. E proprio le risorse sono state e saranno il punto di forza della Società. La passione e la professionalità che hanno saputo dimostrare hanno consentito di concludere un anno importante ma allo stesso tempo rappresentano una solida base per affrontare le sfide che ci attendono”.

“Con il nostro brand Crediper abbiamo raggiunto traguardi ambiziosi – ha proseguito Bastari – nella consapevolezza di svolgere appieno il ruolo di supporto alle BCC. Contestualmente, vogliamo fare la nostra parte nella realizzazione del Gruppo Bancario Cooperativo targato Iccrea, e del suo ruolo di prima banca locale del Paese una volta che questo sarà costituito”.


Scarica il comunicato stampa (pdf)

Si22/02/2018Comunicato Stampa
  
L’operazione è volta a finanziare un portafoglio di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, della potenza complessiva di 6,5 MW.

​Iccrea BancaImpresa e Banca di Verona Credito Cooperativo Cadidavid hanno perfezionato un’operazione di Project Finance per complessivi 15 milioni di euro, per il finanziamento di un portafoglio di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili da 6,5 MW di proprietà di Alps Energy RE Fund. Alps Energy RE Fund è il Fondo Comune di Investimento Immobiliare gestito da Serenissima SGR S.p.A., società di gestione del risparmio con sede a Verona e di proprietà de La Centrale Finanziaria Generale.

La produzione di energia elettrica sarà diversificata attraverso l’utilizzo di impianti foto-voltaici a terra (3,3 MW), impianti biogas da digestione anaerobica di biomasse agricole (3,0 MW) e una piccola centrale idroelettrica.

Il Fondo Alps Energy RE Fund, gestito da Serenissima a partire dal gennaio 2016, è stato costituito e avviato nel 2013 con la finalità di investire in acquisizioni di impianti di generazione elettrica da fonte rinnovabile, in un’ottica di diversificazione geografica e per fonte.

Al mese di dicembre 2017 il Fondo impiega circa 50 milioni di euro, a fronte di sottoscrizioni per 45,5 milioni di euro, in un portafoglio diversificato di impianti da fonti rinnovabili in Italia della potenza complessiva pari a 7,2 MW. Gli impianti finanziati permettono di ottenere una produzione annua di energia rinnovabile di 27 milioni di Kwh, equivalenti a una mancata emissione di CO2 in atmosfera pari a 12.000 tonnellate annue.

Il finanziamento concesso da Iccrea Bancaimpresa e Banca di Verona Credito Cooperativo  Cadidavid consentirà al Fondo di raddoppiare il portafoglio impianti attuale e procedere verso l’obiettivo dei 100 milioni di GAV.

Il pool è stato assistito da BIT S.p.A. per la consulenza tecnica e dallo studio legale DLA Piper per gli aspetti legali.


Scarica il comunicato stampa (pdf)

Si16/02/2018Comunicato Stampa
Tutte le news